skip to Main Content
Una Sfilata Di Moda INclusiva – Una Serata Per Mostrare Parte Del Risultato Del Progetto

Una vera sfilata di moda, quella organizzata dalla cooperativa martedì 12 settembre. Una sfilata in-clusiva per mostrare in parte il risultato del progetto di inclusione dei richiedenti asilo.

Il Progetto

Lo scopo del progetto è quello di promuovere l’empowerment sociale e lo scambio interculturale con azioni di promozione della cittadinanza attiva di giovani migranti presenti nel nostro territorio.  Il progetto si colloca all’interno di una cornice progettuale più ampia, di promozione di percorsi di inclusione sociale, che la nostra cooperativa da 20 anni promuove nel territorio cervese.

Il percorso viene intrapreso attraverso la mediazione del lavoro ed è rivolto ai richiedenti asilo accolti dal Comune di Cervia e prevede, quindi, momenti di formazione culturale e sociale attraverso l’attività lavorativa, finalizzati ad un’inclusione nella comunità di accoglienza.

Gli operatori dedicati a questo progetto sono incaricati di preparare relazioni sull’andamento dell’esperienza, compilare schede di analisi di competenze e progettare nuove esperienze formative in base alle richieste del territorio e alle capacità espresse dai ragazzi coinvolti.

La cooperativa Lo Stelo, in collaborazione con la cooperativa Zerocento, ha individuato un progetto che prevede un’area di intervento che riguarda il concetto di cittadinanza attiva e di volontariato. Il progetto ha cercato di riattivare le persone richiedenti asilo, ospiti del nostro territorio, in attività caratteristiche della cooperativa, costruendo un percorso che facilitasse la partecipazione, il reciproco riconoscimento fra gli ospiti e i cittadini del territorio. Il ruolo degli operatori coinvolti e la loro esperienza in campo educativo ha svolto un ruolo importantissimo, soprattutto come mediatore e guida fra beneficiario e autonomia. Nell’attività pratica dopo la fase di accoglienza e di istruzioni si è data grande importanza all’empowerment: accompagnare facendo crescere la capacità di autonomia.

Dal Progetto alla Sfilata

Scopo del progetto era quindi l’inclusione sociale dei ragazzi attraverso il lavoro e lo sviluppo delle loro capacità. Tra i ragazzi coinvolti nel progetto, alcuni hanno dimostrato di avere spiccate capacità di sartoria e sono stati quindi impiegati nel laboratorio all’interno della cooperativa per realizzare alcuni dei prodotti che vengono venduti presso la nostra sede come gadget.

Come spesso accade, un po’ per caso è nata l’idea di creare degli abiti e di mostrarli con una sfilata organizzata durante una serata dove gli ospiti di onore sarebbero stati i ragazzi del laboratorio Ikebana, gli operatori e, ovviamente, gli stilisti.

La collaborazione con Cervia Auxilia (associazione di volontariato di Cervia) che ci ha fornito le stoffe per gli abiti, ha reso possibile la realizzazione dei modelli per l’evento.

La Sfilata INclusiva

La cena

La cena

La sfilata si è svolta martedì 12 settembre, nonostante la minaccia del maltempo, ospiti e addetti ai lavori si sono riuniti al Bagno Italia a Cervia per una cena conviviale preparata dall’efficiente staff del locale.

Oltre ai ragazzi e operatori del centro Ikebana, famigliari e soci della cooperativa, era presente il Sindaco Luca Coffari, che come sempre ci ha dedicato un bellissimo discorso di apertura con parole di apprezzamento e riconoscenza per il nostro lavoro.

Tra gli ospiti, anche l’assessore alle politiche sociali Michela Lucchi e la dirigente alla cultura e ai servizi alla persona Daniela Poggiali, che si sono improvvisate modelle e hanno sfilato con alcuni dei modelli realizzati.

Il presentatore - Cesare Zavatta

Il Presentatore – Cesare Zavatta

Presentatore d’eccezione e modello per la moda uomo, il nostro presidente Cesare Zavatta (leggi la sua storia), che ha commentato con maestria e incalzato il susseguirsi delle modelle in passerella. La location all’aperto di sera, con il mare sullo sfondo e la passerella illuminata dalle lanterne, era una perfetta scenografia per la presentazione degli abiti.

Il sottofondo musicale in tema africano, gentilmente concesso da Music Club di Cervia, ha accompagnato le modelle per una sera, che si sono succedute in passerella sfoggiando caftani in tessuti africani di vari colori e tagli, kimono di vari tipi, completi gilet e pantaloni, chemisier di seta e una manica di design in tessuto africano. Tutti cuciti dalle abili mani dei ragazzi richiedenti protezione internazionale ospitati nel Comune di Cervia.

Il discorso del sindaco Luca Coffari

Il discorso del Sindaco Luca Coffari

Quello che era nato come un gioco, si è trasformato di una bella serata di incontro tra culture, persone, istituzioni, un mix che si è rivelato vincente. I ragazzi del centro Ikebana erano entusiasti di assistere alla sfilata e hanno accolto modelle e abiti con tantissimi applausi e complimenti. Entusiasmo che ha riempito di gioia e orgoglio famigliari, operatori e organizzatori della serata. A loro, in primis, vanno i nostri ringraziamenti.

Ma per la buona riuscita della serata dobbiamo anche ringraziare Cervia Auxilia per la fornitura di stoffe, Music Club per l’audio, il Bagno Italia che ci ha ospitato, il Comune di Cervia che, come sempre ci sostiene e partecipa alle nostre iniziative, la cooperativa Zerocento che collabora con noi al progetto di inclusione sociale, gli stilisti che hanno lavorato per la sfilata, tutti i nostri sostenitori, che con le loro donazioni ci danno la possibilità di realizzare tanti progetti. Per ultimi, ma non per importanza, un grande ringraziamento va agli operatori della cooperativa Lo Stelo, che si sono dedicati anima e corpo all’organizzazione di questo evento!!

 

Back To Top
×Close search
Cerca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi