skip to Main Content
La Nostra Amica Carolina Raspanti – Un Cromosoma Ed Una Marcia In Più

Lo scorso 10 gennaio la nostra amica Carolina Raspanti ha festeggiato gli anni, per l’occasione gli è stata organizzata una bella festa a sorpresa, presso la sala del consiglio del Comune di Cervia.

Chi è Carolina

Carolina Raspanti

Carolina Raspanti

Carolina Raspanti è una frizzante trentacinquenne originaria di San Patrizio e ora residente a Lugo. Nata con la sindrome di Down vive la sua diversità con spensierata consapevolezza. Avere un cromosoma in più nel suo DNA non le ha impedito di vivere una vita piena di affetti e di esperienze. La sua avventura è partita con la scrittura di un libro, dal titolo “Questa è la mia vita”, stampato e rilegato dai nostri ragazzi del centro Ikebana. Il libro è stato promosso dalle amiche Carlotta Landi e Bruna Rondoni. Grazie a loro sono state organizzate numerose presentazioni presso le scuole cervesi e non solo. Anche la manifestazione “La spiaggia ama il libro” ha avuto l’onore di ospitare Carolina per la presentazione del suo libro.

La voce si è sparsa ed il libro ha varcato i confini provinciali e regionali. Nel frattempo Carolina ha scritto un secondo libro, “Incontrarsi e conoscersi: ecco il mondo di Carolina”, anche questo stampato e rilegato dai nostri ragazzi e promosso nelle varie presentazioni in giro per l’Italia. Giornali e tv regionali e online hanno cominciato ad interessarsi al fenomeno Carolina e l’hanno portata anche a conoscere Gianni Morandi.

Tanti i riconoscimenti e le dimostrazioni di apprezzamento che hanno gratificato i genitori di Carolina, due splendide persone, di grande cuore ed umiltà, i quali l’hanno sostenuta e seguita in tutte le sue iniziative. Questo bellissimo percorso di crescita ha portato all’incontro con il regista Federico Bondi, che l’ha voluta come attrice protagonista del suo film “Dafne”, in concorso al festival di Berlino dal 7 al 17 febbraio .

Il Film

Una scena tratta dal film Dafne

Una scena tratta dal film Dafne

La protagonista del film, Dafne, interpretata da Carolina, è una ragazza con la sindrome di Down forte e determinata, che vive la sua condizione con serenità e consapevolezza. La morte improvvisa della madre rompe gli equilibri familiari e getta il padre in una profonda crisi depressiva, al punto di fargli pensare di non essere in grado di gestire e prendersi cura di una figlia disabile.

Il viaggio verso il paese natale della madre, sarà l’occasione per conoscersi meglio. Dafne, con il suo carattere vulcanico, riuscirà a contagiare il padre ed a mostrargli la donna indipendente nella quale si è trasformata, superando tutti i preconcetti che solitamente vengono attribuiti alle persone affette da questa sindrome.

La festa di compleanno di Carolina

Con una scusa mamma e papà Raspanti hanno accompagnato Carolina a Cervia, tappa obbligata il palazzo Comunale a trovare le amiche Carlotta e Bruna. Ad accogliere Carolina, invece, c’era un folto gruppo di persone, tutte riunite nella sala del consiglio. Il Sindaco, gli assessori Michela Lucchi e Gianni Grandu, alcuni ragazzi del centro Ikebana con il presidente Cesare Zavatta. Presenti anche le giornaliste Ilaria Bedeschi del Resto del Carlino e Margherita Barbieri di Romagna Web TV, per intervistare Carolina. La cantante cervese Sara Dall’Olio le ha cantato tanti auguri.

Una scena tratta dal film Dafne

Una scena tratta dal film Dafne

Prima di dare il via ai festeggiamenti Carolina ha parlato un po’ di se e dell’esperienza come attrice. “Dopo una serie tempestiva di incontri con Federico Bondi, il regista di Dafne, venne a casa dei miei genitori e mi ha chiesto se volevo fare un film con lui. Mi ha detto che se accettavo non mi sarei potuta tirare indietro. Io ho detto: va bene, ci sto! Ho visto passare il treno e ci sono saltata su subito. Perchè quel treno passa solo una volta nella vita e bisogna acchiapparlo”. Si sono succeduti altri incontri tra il regista e Carolina per approfondire il progetto del film e poi è cominciata l’esperienza di attrice, nella splendida cornice dei paesaggi Toscani tra Fiesole, Grosseto, Marina di Grosseto, Borgo San Lorenzo. “5 settimane intense, bellissime e divertentissime. E’ stata un’esperienza che non dimenticherò mai per il resto della mia vita. Mi ha fatto scoprire il suo mondo, che non è il mio, un mondo di matti, però mi è piaciuto un sacco”. Nella fase di doppiaggio di alcune scene, nelle quali l’audio non si sentiva bene, ha detto “essere lì, con le cuffie in testa e, anche se soltanto per alcune scene, vedermi per la prima volta così nel grande schermo, avevo le gambe che mi tremavano, figuriamoci quando uscirà”“Quando mi hanno detto che il film era stato selezionato per il festival di Berlino, su più di 5.000 altri film, ero molto entusiasta. Dal 7 al 17 febbraio vado a Berlino, più che l’emozione di andare al festival, sono contenta di andare in aereo, perchè è la prima volta nella mia vita. Quindi anche se ho puntato in alto con questo film, rimango sempre la cittadina di Lugo e Cervia che ero prima, la solita brava ragazza”.

Da sinistra: papà e mamma di Carolina, Carolina, Sindaco Coffari, Assessore Lucchi

Da sinistra: papà e mamma di Carolina, Carolina, Sindaco Coffari, Assessore Lucchi

Alla domanda dell’assessore Lucchi “Ma cosa ti metti per andare al festival?”, Carolina ha descritto l’abito che si è fatto confezionare da una sartoria del suo paese “un abito sotto al ginocchio con maniche a 3/4 trasparenti, scollo a cuore con pizzo di colore rosso. Amo il rosso perchè mi identifica, è un colore carico e grintoso come me.  Il sindaco Coffari ha sottolineato come sia rimasta una persona umile, decidendo di affidarsi per la scelta dell’abito ad una piccola sartoria, piuttosto che ad una casa di moda più rinomata e Carolina ha voluto precisare che lei ammira chi crea e fa le cose con le proprie mani, motivo per cui ha deciso di affidare la stampa e la rilegatura dei propri libri ai ragazzi della nostra cooperativa e di devolvere tutto il ricavato a Lo Stelo, “per dare più possibilità a chi ha meno di me e di aiutarli ad avere una vita dignitosa e piena come la mia”.

Il nostro presidente Cesare Zavatta ha voluto ringraziare Carolina per la sua grande generosità, che l’ha portata ad affidare la produzione artigianale dei suoi libri e a devolverne i ricavati alla nostra cooperativa. Oltre all’aiuto economico, Carolina promuove il nostro lavoro e ha dimostrato grande sensibilità verso gli altri.

La mamma di Carolina ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno permesso questo percorso, perchè da qualche fotocopia del primo libro, con un grande lavoro di promozione, si è arrivati fino alla produzione di un film. “Noi non riusciamo a descrivere l’emozione di questo momento, sono esperienze che non pensavamo mai di provare. Carolina ci da tante emozioni e soddisfazioni, ce ne ha sempre date. Carolina si è accettata, è felice e vederla così felice ci rende felici a nostra volta”.  Il papà di Carolina, oggi come durante le riprese del film, si è tenuto in disparte. Un uomo di grande sensibilità, che si commuove nel vedere la figlia raggiungere tanti piccoli e grandi traguardi, circondata da tanta stima e affetto.

Dietro a questo grande successo di Carolina c’è tanto impegno e sacrificio da parte di tutta la famiglia, tanto affetto e fiducia nelle sue capacità. Un grande esempio di come l’unione di una famiglia può far avverare tanti sogni.

Tanti auguri Carolina

Tanti auguri Carolina

Il sindaco Luca Coffari ha voluto chiudere questa lunga chiacchierata confermando la grande stima che tutta la città di Cervia ha nei confronti di Carolina, chiunque la conosca non può fare a meno di appassionarsi alla sua storia. “Tutte le volte che parliamo con te ci dai tanta carica ed energia, non ti sei mai piegata di fronte alle difficoltà e dai un insegnamento molto importante”. “Ci insegni che con tanta determinazione e volontà si possono superare ostacoli a volte impensabili. Hai avuto il dono di saperlo raccontare e noi ti sosteniamo in questo, perchè con il tuo racconti aiuti gli altri che leggendo la tua storia traggono la tua carica ed energia”.

Aspettiamo dunque l’uscita del film nelle sale italiane e auguriamo a Carolina una vita piena di tante belle esperienze ,come quelle vissute fino ad oggi, ma soprattutto di continuare a vivere la sua vita con lo spirito e spensieratezza che la contraddistingue. Tanti auguri Carolina!!

 

Back To Top
×Close search
Cerca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi